LA STORIA Massima eleganza, utilizzo delle tecnologie più avanzate e delle nuove visioni progettuali nella costante ricerca della bellezza: questa la rotta che Maxi Dolphin segue dal 1987.

"La bellezza? È qualcosa che ti fa stare bene, quindi di molto individuale. Per me significa ordine, armonia e condivisione. Nessuna cosa bella ha senso se non puoi condividerla con gli altri”. Con questa visione, unita alla sua passione per il mare, le barche e la natura Vittorio Moretti ha creato, nel 1987, il cantiere Maxi Dolphin.

Prima imbarcazione costruita da Maxi Dolphin, il 73 piedi Carmen di Bellavista, un progetto di Bruce Farr, seguito dal maxi di 118 piedi Viriella, disegnato da Germán Frers. Due imbarcazioni costruite secondo quella ricerca dell’innovazione che è alla base del Gruppo Moretti attivo, oltre che nella nautica, nell’edilizia industrializzata e nei settori enologico, alberghiero e della ristorazione di altissimo livello.

A Carmen di Bellavista e Viriella sono seguite una lunga serie di imbarcazioni a vela sia monotipi di serie (oltre 300 i Dolphin 81 realizzati) sia One-Off da 75 a 100 piedi frutto della collaborazione i maggiori yacht designer.

Roberto Starkel, Germán Frers, Bruce Farr, Luca Brenta Design, Bill Tripp, Finot-Conq sono alcune firme dei Maxi Dolphin che nel 2007 ha varato MD Power, innovativa linea di yacht a motore, costruiti con le stesse tecnologie della vela e secondo il medesimo concetto di custom made, vera cifra di tutte le imbarcazioni Maxi Dolphin.